Malcostume

Di Noemi Soloperto 

2 Novembre 2020

La strega di Blair e Wanna Marchi hanno qualcosa in
comune: sono entrambe reinterpretate nell’ultima collezione
di Francesca Flavia Roson.

Malcostume, sia abitudini disoneste ed immorali sia
costume del male, sviscera il concetto di strega
disimpegnandosi da qualsiasi legame di genere, società e
tempo.

L’idea tradizionale di strega si interseca perfettamente con
il contemporaneo concetto di soubrette: per essere
streghe, quindi, non è più necessario possedere poteri
sovrannaturali ed impegnarsi nella creazione di pozioni ed
infusi, non è più fondamentale manifestare stregonerie ed
atteggiamenti non-umani per trasmettere paura ed orrore.

Ad indurre sgomento è la condanna della società nei loro
confronti e la seguente persecuzione.

Francesca Flavia analizza le diverse figure storicamente
riconosciute, quali Bridget Bishop, Malvagia Strega
dell’Ovest del Mago di Oz, Morgana e la Strega di Blair, e
alcuni dei personaggi moderni perseguitati dall’opinione
pubblica, Wanna Marchi e le veline, trasportando le loro
attività oscure su stoffa.