FABIO CATANZARO

Di Bianca Montefinese

 

23 dicembre 2020

“Qualsiasi ornamento decorativo dell’architettura, oltre che i dettagli, è ciò che più mi affascina.”

Fabio è un fotografo veneziano che concentra la sua pratica artistica nella fotografia d’architettura e minimalista.

Il suo approccio alla fotografia è iniziato molto tempo fa durante i suoi viaggi, soprattutto nelle metropoli americane sia dell’est che dell’ovest. 

“Qualsiasi ornamento decorativo dell’architettura, oltre che i dettagli, è ciò che più mi affascina – racconta –  le ombre forti, lo spazio pulito e i colori che si congiungono tra loro.” 

Quando Fabio è alla ricerca di soggetti da fotografare, ciò che cattura maggiormente il suo sguardo sono i colori, le linee e le ombre. È attratto dalle forme architettoniche, da quelle gotiche a quelle post-moderne e brutaliste.

“Cosa non ti stancherai mai di fotografare?” gli ho chiesto. Lui mi ha risposto i lampioni stradali.

I suoi scatti hanno sempre un taglio verticale. Secondo Fabio schiaccia e limita l’immagine costringendo a guardare uno spazio più ridotto, ed è proprio questo il motivo per il quale lo preferisce a quello orizzontale: “Cancellando il superfluo dalla mente, per me è molto più semplice eliminare ciò che non mi interessa fotografare”.

Foto di Fabio Catanzaro, Instagram

Testo di Bianca Montefinese