dolcesenza

Di Valentina Testù

9 aprile 2021

“Quello che faccio mentre gli altri mangiano il dolce”

Vi presento Dolcesenza, un progetto nato dalla giovane creativa Clara Casale, studentessa in Fashion Marketing allo IED di Milano. Spinta dalla sua passione per la moda da archivio e il second-hand, Clara ha deciso di aprire il suo negozio su Depop, affiancato dalla pagina Instagram. 

Per spiegarmi da dove nasce l’idea, Clara mi ha raccontato di come a 14 anni era solita frequentare fiere e mercatini, luoghi sacri per chi vuole iniziare a sperimentare attraverso capi di seconda mano unici e, soprattutto, economici. Sicuramente un netto contrasto rispetto ai prezzi spesso esagerati dei capi delle grandi marche.

Iniziando a studiare moda ed appassionandosi sempre di più alle sottoculture e alla loro influenza nell’industria Clara si è resa conto dell’enorme inflazione presente nel mondo degli archivi di moda e della possibile ignoranza al riguardo di chi comprava pezzi d’archivio unicamente spinti dalle bellissime immagini senza conoscerne la storia.

Ecco perché Dolcesenza non è solo un negozio ma una guida, un manuale. Il suo scopo è quello di educare il consumatore riguardo la moda d’archivio, contestualizzare i pezzi e raccontarne la storia, le origini, in quale momento storico sono stati creati e perché. 

Interessantissima è l’origine del nome. Esso nasce dalla linea di dolci senza zucchero di Misura, chiamata appunto Dolcesenza, ovvero i primi biscotti mangiati da Clara a causa del suo diabete. Il nome richiama quindi lo scopo dell’archivio e la sua idea iniziale, quella di ridare dolcezza al passato, a qualcosa di apparentemente privo di dolcezza.

Il primo capitolo di Dolcesenza passa per i mitici anni 2000: occhiali Dior e borsetta Prada in taglia mini, perfetta per l’amato flip phone e l’immancabile lucidalabbra. La direzione artistica contribuisce all’elevazione dei pezzi, un mix di editoriali moderni e ritorno al passato tramite l’uso di polaroid.

Dal 12 aprile sarà disponibile parte della collezione estiva, con fil rouge passante per la fine degli anni 90 e gli inizi degli anni 2000. Keywords? Miuccia, mesh e asimmetria, includendo brand più e meno conosciuti per iniziare ad entrare nella moda d’archivio più di nicchia.

Ecco cosa fa Clara fa mentre gli altri mangiano il dolce.




Clara Casale su ig

dolcesenza su depop / ig

Testo di Valentina Testù