JUNK

Di Marta Di Natale

19 Ottobre 2021

Qualcuno ha detto sostenibilità?

Sicuramente, come afferma la Thunberg, non abbiamo un secondo pianeta (no, esatto, non funziona come con le chances, che se va bene al nostro ex ne abbiamo date circa infinite) con la Terra è diverso. Così molti stilisti, brand e case di alta moda hanno deciso di sposare una filosofia green, sostenibile ed etica. Come? Ricorrendo a materiali già utilizzati e dando loro una seconda vita, una nuova casa.

Tra questi bio-brand si annovera un posto il giovanissimo marchio di occhiali da sole e da vista – JUNK.

Junk produce occhiali da vista e da sole completamente sostenibili realizzati in nylon riciclato recuperato da scarti industriali, reti da pesca e materiali vari.

Il materiale a cui viene data una seconda vita, in seguito, viene progettato nuovamente per poi realizzare degli occhiali di design, arricchiti con metalli che rendono il prodotto unico e curato nei minimi dettagli. 

l brand è saldamente ancorato ad un pensiero vibrante e provocatorio misto ad un immaginario surreale che ruota attorno ad un’unica tematica: eco sostenibilità attraverso il consumo rinnovabile.

Nel DNA del marchio è intriso un senso di realismo spiritoso che stuzzica i simpatizzanti.

“Junk is a plastic Rehab”

JUNK sul web – su IG

Testo di Marta Di Natale

Press Office – S2B Press