NOEMI CANTARERO

Di Marta Di Natale

2 Gennaio 2022

Fin da bambina sono sempre stata affascinata dal mondo della moda e degli accessori e, fin da quando io riesca a ricordare, ho sempre sognato di studiare a Milano. Così, subito dopo la maturità arrivata nel 2012, non ho avuto alcun dubbio e mi sono trasferita nel capoluogo della moda per studiare Fashion Design. Le soddisfazioni arrivano successivamente con un Master in Accessory Design, perché più che l’abbigliamento avevo sempre amato gli accessori, in particolare i gioielli e le scarpe.

Dopo il master ho iniziato a lavorare in uno studio stile che si occupa di consulenza per diversi brand, un’esperienza molto formativa e divertente, perchè ho avuto l’opportunità di lavorare con marchi piccoli e artigianali ma anche con alcuni brand internazionali del Lusso come Fratelli Rossetti, Versace e Jimmy Choo. Ho capito fin da subito, che la parte più affascinante del lavoro per me non è il brand o la collezione in sé, ma proprio la progettazione: trovo stimolante la sfida di rivedere i codici e la storia dei brand per creare forme nuove e inaspettate, che uniscono il DNA di un brand alla mia ricerca e alla mia estetica, per creare degli oggetti che siano insieme tradizionali e innovativi, creativi ma allo stesso tempo industrializzabili e interessanti per la vendita.

Dopo anni, la natura di footwear designer si è sempre più radicata in me, ispirando la mia natura nel vedere forme e colori un po’ in tutte le cose di cui ho esperienza. Proprio così, ad aprile ho iniziato un nuovo progetto “UN-ready Made shoes” in cui oggetti ordinari vengono rielaborati in calzature indossabili e realizzabili. Nel mio progetto l’ispirazione è letterale, viene integrata a tutta la calzatura, non solo al tacco, ma anche alla tomaia (che è la parte superiore della scarpa).

Metto anima e corpo in ciò che amo.

Noemi  su IG

Noemi su Behance